se fossi un'automobile...

... sarei una FIAT 850. Ve la ricordate?

giovedì 11 marzo 2010

SONO TORNATO!

Sono di nuovo qui.
Tra queste pagine elettroniche.

Sono di nuovo qui.
In Sardegna.
A casa mia.

Quattro anni e mezzo di Milano sono pochi, ma anche tantissimi.
Ringrazio tutti coloro che, in questi anni milanesi, mi hanno dato amicizia, collaborazione, lavoro, risate, soddisfazioni.
Grazie a chi mi ha dato una, due... dieci mani.
Grazie a chi ha creduto in me.
Grazie a chi mi ha permesso di fare le cose belle che ho fatto.

Questa esperienza è stata enorme, importantissima, indimenticabile.

Bella.

Difficile.

Molto difficile, soprattutto lungo il corso dell'intero 2009.

Paradossalmente, gli inizi milanesi (dall'estate 2005 fino alla primavera 2006) sono stati meno pesanti e complicati, nonostante le enormi difficoltà economiche e lavorative.
Ma non condanno il 2009.
Alla fine è stato "solo" uno di quegli anni che ogni tanto capitano a tutti. Non è il primo e, probabilmente, non sarà l'ultimo (toccatina d'ordinanza!).
E poi il 2009 è stato anche un anno buono, molto buono, soprattutto per una "certa" cosa.
Una cosa di cui parlerò tra qualche mese su questo blog.

Ora si ricomincia.
Nonostante certi padroni di casa (lombardo/liguri) ladri e gnorri. Dalla memoria corta e dal braccino ancora più corto. Patetici.
Nonostante altri padroni di casa (sardi) incompetenti e ignoranti, fintamente distratti, furbetti senza la stoffa per esserlo e assolutamente inadeguati per qualsiasi cosa, sotto la loro ridicola e grottesca apparenza da fighi "so tutto io".

Personcine piccole piccole, infime direi.
Personcine che non mi hanno certo cambiato la vita, ma che in questi ultimi tre mesi hanno notevolmente contribuito a complicarmela, rallentandomi su tutti i fronti e creandomi una lunghissima serie di fastidi.

Ora si ricomincia.
La mia scrittura.
Storie da raccontare.
Fumetti, pubblicità... forse (spero) di nuovo teatro.
E qualcos'altro.
Magari anche un po' di insegnamento.
In effetti, nei quattro anni e mezzo di Milano non mi è mai capitato di entrare in una classe per parlare di fumetti e di scrittura creativa ai ragazzi. E questa è una delle cose che mi sono mancate di più, rispetto alla mia "vita precedente" in Sardegna.

Ora si ricomincia.
Circondato dalla bellezza della mia terra.
Circondato da tanti vecchi amici e da alcuni nuovi.
Circondato dalla tranquillità e dal vento.

Ci vediamo/leggiamo presto tra queste pagine, con il finale delle vicende del Festival del Cinema di Vaduz 2009 (rimasto vergognosamente in sospeso a causa della mia lunga assenza dal blog). Intanto vi invito a... "ripassare"... ehm...

Ah... dimenticavo!

GRAZIE ANCHE A VOI, CARISSIMI LETTORI DI QUESTO BLOG!

Per avermi letto fin qui...
per avermi aspettato...
per aver sorriso a qualcuna delle mie stupidaggini.

E grazie per il semplice fatto di continuare a esistere, nonostante i cialtroni e i prepotenti che pretendono di governarci (leggi "comandarci") calpestando regole e persone, senza avere nessun progetto se non la soddisfazione della propria (infinita) avidità e delle proprie (ributtanti) voglie sessuali.

Ciao.

4 commenti:

Danilo ha detto...

Il mondo è pieno di personcine, leggi persone piccole o di bassa statura, legg Berlusconi, leggi... Che vengono cancellate!

Daniele Mocci ha detto...

Che bello!
Anzi, che meglio!

Fra ha detto...

Ben tornato a casa tua! Vai così! E fregatene delle personcine!

Daniele Mocci ha detto...

Grazie Fra'.
Sì, me ne frego. Devo!

Ciao